A casa senza stipendio la lavoratrice che non vuole vaccinarsi

A casa senza stipendio la lavoratrice che non vuole vaccinarsi

Sospesa la lavoratrice che non vuole vaccinarsi contro il CovidLa lavoratrice contesta la sospensione della datriceIl prestatore deve collaborare alla sicurezza e alla salute del posto di lavoroSospesa la lavoratrice che non vuole vaccinarsi contro il Covid[Torna su]
Rigettato il ricorso di una lavoratrice contro il provvedimento di sospensione dal lavoro senza retribuzione dopo che il medico competente ha accertato la sua idoneità al lavoro, ma con limitazioni, per problemi a sollevare pesi superiori a 7 chili e per il rifiuto a sottoporsi alla vaccinazione contro la SARS Cov.
Per il Tribunale infatti il prestatore di lavoro deve collaborare con il datore all’obbligo garantire la sicurezza del posto di lavoro e la salute di colleghi e clienti. Giustificata quindi non solo la sospensi…

Leggi: A casa senza stipendio la lavoratrice che non vuole vaccinarsi
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche