Applicabile il 131 bis c.p. anche in caso di reato continuato

Applicabile il 131 bis c.p. anche in caso di reato continuato

Continuazione tra reati della stessa indole e tenuità del fattoL’art. 131 bis c.p.Gli orientamenti giurisprudenzialiLa decisione delle Sezioni UniteI principi di dirittoContinuazione tra reati della stessa indole e tenuità del fatto[Torna su]
La pluralità di reati unificati nel vincolo della continuazione non esclude automaticamente la non punibilità per particolare tenuità del fatto. Così le Sezioni Unite penali della Cassazione (sentenza n. 18891/2022 allegata) bocciando l’orientamento che riteneva integrata la causa ostativa dell’abitualità.
La vicendaU.U. veniva condannato per violenza privata continuata ai danni del fratello. Nello specifico, avrebbe ripetutamente parcheggiato la propria auto sulla corsia di accesso al distributore di carburante gestito dal parente, così ostacola…

Leggi: Applicabile il 131 bis c.p. anche in caso di reato continuato
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche