Armi: come dimostrare in giudizio che vi è stata diligenza e cautela nella custodia di fucili

Armi: come dimostrare in giudizio che vi è stata diligenza e cautela nella custodia di fucili

Avv. Francesco Pandolfi – In materia di detenzione di armi e potenziale abuso delle stesse, i Giudici del Tar Emilia Romagna si sono trovati a dover valutare la compatibilità del comportamento del soggetto con la richiamata detenzione e il porto di armi da fuoco (…come è noto, la magistratura ricorda sempre che tale materia è pervasa da ampia discrezionalità).
Vediamo cosa accade. Nella situazione reale, portata successivamente all’attenzione del Giudice, si verifica che il titolare di licenza di porto di fucile ad uso caccia nonché detentore di svariati altri fucili, viene deferito alla Procura della Repubblica per omessa custodia di armi.
Che cosa fanno il Prefetto e il Questore? Il Prefetto gli vieta la detenzione di armi e munizioni, mentre il Questore gli revoca la licenza di por…

Leggi: Armi: come dimostrare in giudizio che vi è stata diligenza e cautela nella custodia di fucili
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche