Avvocati: la pubblicità non può fare leva su prezzi troppo bassi

Avvocati: la pubblicità non può fare leva su prezzi troppo bassi

L’avvocato non può ricorrere alla pubblicità ingannevole o comparativaRicorso del COA al CNF contro l’archiviazione del Consiglio di DisciplinaPer il COA l’iscritta la violato il codice deontologicoVietata la pubblicità che usa il termine “gratuito”L’avvocato non può ricorrere alla pubblicità ingannevole o comparativa[Torna su]
Viola il codice deontologico e deve essere sottoposta al procedimento disciplinato la professionista che sul proprio sito internet pubblicizza prezzi irrisori per le proprie prestazioni e ricorre alla pubblicità comparativa. Il messaggio trasmesso in questo modo non solo è ingannevole, ma risulta anche lesivo della dignità e del decoro dell’Avvocatura. Questo in sintesi il motivo per il quale il CNF, con la sentenza n. 75/2021 (sotto allegata) ha deciso di rinviar…

Leggi: Avvocati: la pubblicità non può fare leva su prezzi troppo bassi
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche