Avvocati: no alla prescrizione della sanzione disciplinare in base al “favor rei” previsto dalla riforma

Avvocati: no alla prescrizione della sanzione disciplinare in base al “favor rei” previsto dalla riforma

di Marina Crisafi – L’avvocato non può invocare l’applicazione della norma più favorevole del nuovo codice deontologico, se a venire in rilievo è la prescrizione della sanzione disciplinare. Tale istituto infatti è fonte legale e non deontologica, e, dunque, irretroattiva. Così si è espressa la Cassazione, con la sentenza n. 23364/2015 depositata ieri (qui sotto allegata), respingendo il ricorso di un avvocato avverso la sanzione disciplinare della sospensione di due mesi dall’esercizio professionale irrogata dal Consiglio dell’ordine degli avvocati distrettuale. In particolare, l’avvocato veniva raggiunto da due addebiti disciplinari relativi a comportamenti tenuti fin dal 2008: per aver assunto incarichi professionali conferiti con l’intermediazione di altro professionista sottoposto …

Leggi: Avvocati: no alla prescrizione della sanzione disciplinare in base al “favor rei” previsto dalla riforma
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche