Avvocati: pensione indiretta anche senza iscrizione continuativa

Avvocati: pensione indiretta anche senza iscrizione continuativa


di Annamaria Villafrate – La sentenza n. 27392/2019 della Cassazione (sotto allegata) chiarisce che per riconoscere la pensione indiretta al coniuge e ai figli superstiti dell’avvocato, è necessario che il professionista sia stato iscritto alla Cassa Previdenziale Forense per almeno 10 anni, anche non continuativi. La continuità fa riferimento al requisito anagrafico, per cui occorre solo l’iscrizione effettiva alla Cassa e l’aver assolto all’obbligo contributivo. La vicenda processuale Il ricorso della vedova dell’avvocatoNon serve l’iscrizione ininterrotta per 10 anni per la pensione indiretta La vicenda processuale [Torna su]
La Corte d’appello in riforma della sentenza di primo grado rigetta la domanda proposta dalla moglie superstite di un avvocato finalizzata al riconoscimento d…

Leggi: Avvocati: pensione indiretta anche senza iscrizione continuativa
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche