Avvocati: quando si può fare causa al cliente

Avvocati: quando si può fare causa al cliente

di Lucia Izzo – L’avvocato che decide di agire in giudizio contro il proprio cliente per il recupero degli onorari dovrà prima di tutto rinunciare al mandato. In caso contrario rischia di incorrere nell’illecito deontologico previsto dall’art. 34 NCDF (in precedenza, art. 46 del codice deontologico). Lo ha chiarito la Corte di Cassazione a Sezioni Unite nella sentenza n. 11933/2019 (qui sotto allegata) pronunciandosi sul ricorso di un avvocato a cui il CNF aveva confermato la sospensione dall’esercizio dell’attività professionale per due mesi inflitta dal COA.Il casoIl professionista era stato riconosciuto responsabile di violazione dell’art. 46 del codice deontologico forense vigente ratione temporis (a mente del quale “l’avvocato può agire giudizialmente nei confronti della parte assisti…

Leggi: Avvocati: quando si può fare causa al cliente
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche