Benzina "annacquata". Entra in gioco il codice del consumo

Benzina "annacquata". Entra in gioco il codice del consumo

di Valeria Zeppilli – E’ crescente il numero di irregolarità alle pompe di benzina o di gasolio. Ora non ci sono solo i contatori “taroccati” a preoccupare gli automobilisti. Si sta diffondendo anche la pratica di “allungare” la benzina (o il gasolio) con l’acqua. Cosa che può comportare seri danni e perfino compromettere in maniera rilevante il funzionamento dei motori.
E’ vero che contro tali comportamenti è possibile tutelarsi e chiedere il risarcimento danni ma è necessario pur sempre dimostrare di aver fatto rifornimento proprio in una determinata pompa di benzina. E la cosa non è proprio così semplice se non ci si è fatti rilasciare la ricevuta di pagamento del carburante.
Insomma la prima regola, a fronte del dilagare di queste truffe ai danni dei consumatori, è sempre quella …

Leggi: Benzina "annacquata". Entra in gioco il codice del consumo
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche