Cassazione: basta poco per integrare lo stalking se la vittima è in una condizione di fragilità psicologica

Cassazione: basta poco per integrare lo stalking se la vittima è in una condizione di fragilità psicologica

di Marina Crisafi – Non solo può configurarsi il reato di stalking nei confronti di una persona che soffre già di problemi dal punto di vista psicologico, ma anzi, tale soggetto, “appare obiettivamente meritevole di maggiore tutela rispetto a condotte qualificabili ex art. 612-bis c.p., dove gli eventi indotti ben possono costituire aggravamenti di un’ansia o un timore preesistenti ed altrimenti provocati”. Lo ha stabilito la quinta sezione penale della Cassazione, con la sentenza n. 45184/2015 depositata oggi (qui sotto allegata), rigettando il ricorso di un uomo condannato in entrambi i gradi di giudizio per il reato ex art. 612-bis c.p. nei confronti della vittima, figlia dell’ex amante della moglie, peraltro deceduto. L’uomo infatti manifestava risentimento verso l’intera…

Leggi: Cassazione: basta poco per integrare lo stalking se la vittima è in una condizione di fragilità psicologica
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche