Cassazione: commette diffamazione l'amministratore che invia una lettera ai condomini in cui riporta frasi offensive pronunciate in assemblea

Cassazione: commette diffamazione l'amministratore che invia una lettera ai condomini in cui riporta frasi offensive pronunciate in assemblea

di Lucia Izzo – È punibile per diffamazione l’amministratore che trasmette a tutti i condomini una lettera offensiva in cui sono riportati epiteti denigratori verso altri comproprietari pronunciati da altre persone.Lo stabilisce la Corte di Cassazione, quinta sezione penale, nella sentenza n. 44387/2015 (qui sotto allegata), dichiarando inammissibile il ricorso presentato da un amministratore di condominio condannato per il reato previsto dall’art. 595 c.p. L’imputato, aveva inviato, quale amministrare di condominio, una lettera a tutta i condomini rappresentando che nel corso di un’assemblea condominiale un geometra (rappresentante dell’INPDAP proprietario di circa un terzo degli immobili condominiali) si era espresso nei riguardi di due presenti sostene…

Permalink: Cassazione: commette diffamazione l'amministratore che invia una lettera ai condomini in cui riporta frasi offensive pronunciate in assemblea
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche