Cassazione: commette reato il gestore del residence che stacca la corrente al condomino moroso

Cassazione: commette reato il gestore del residence che stacca la corrente al condomino moroso

di Lucia Izzo – Commette il reato previsto dal’art. 392 c.p. (Esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose) il gestore del residence che stacca la corrente elettrica all’unità abitativa del condomino moroso.Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, sesta sezione penale, con la sentenza n. 47276/2015 (qui sotto allegata) con cui ha dichiarato inammissibile il ricorso proposto dal gestore di un residence, colpevole di aver disattivato la derivazione della corrente elettrica verso l’unità abitativa di un condomino che non aveva provveduto al pagamento delle utenze condominiali.Già la Corte d’appello aveva valutato che l’uomo, nonostante non fosse il rappresentante della società che amministrava il condominio, doveva considerarsene gestore poiché agiva sempre e per conto de…

Leggi: Cassazione: commette reato il gestore del residence che stacca la corrente al condomino moroso
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche