Cassazione: condannato per favoreggiamento l'avvocato che aiuta la cliente a ricattare l'ex marito

Cassazione: condannato per favoreggiamento l'avvocato che aiuta la cliente a ricattare l'ex marito

di Lucia Izzo – Ai fini della responsabilità penale per il delitto di favoreggiamento è del tutto irrilevante che il colpevole del reato presupposto sia stato dichiarato non punibile ai sensi dell’art. 649 c.p., in quanto la sorte del reato presupposto influisce sul delitto di favoreggiamento solo quando ne risulti accertata l’obiettiva insussistenza. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, II sezione penale, nella recente sentenza n. 45313/15 (qui sotto allegata).  Nel caso sottoposto all’attenzione dei giudici, i ricorrenti, moglie della parte civile e avvocato della prima, erano stati condannati rispettivamente per i delitti di estorsione aggravata in danno del marito e di favoreggiamento reale. La donna aveva sottratto tramite terzi ignoti la str…

Leggi: Cassazione: condannato per favoreggiamento l'avvocato che aiuta la cliente a ricattare l'ex marito
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche