Cassazione: da rivalutare la condanna per rapina se l'imputato è affetto da 'ludopatia'

Cassazione: da rivalutare la condanna per rapina se l'imputato è affetto da 'ludopatia'

di Lucia Izzo – Vacilla la sentenza di condanna per rapina aggravata se l’imputato che ha commesso il fatto è affetto da “ludopatia” attestata da relazioni ASL.La Corte di Cassazione, sez. II Penale, nella sentenza n. 45156/2015 (qui sotto allegata) ha affrontato il caso di un uomo, affetto dal morbo di Parkinson dal 1999, che a causa delle cure farmacologiche cui era sottoposto aveva sviluppato un impulso irrefrenabile e patologico al gioco d’azzardo.L’imputato, non avendo la disponibilità del denaro, si era determinato a compiere una rapina al fine di procurarsi la somma necessaria per giocare.Diverse relazioni dell’ASL che aveva il cura l’uomo attestavano che la sindrome si era manifestata come effetto collaterale della forte terapia medica alla quale eta sottoposto.Tuttavia, pur ricono…

Leggi: Cassazione: da rivalutare la condanna per rapina se l'imputato è affetto da 'ludopatia'
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche