Cassazione: dare del "raccomandato" a un collega su Facebook è reato

Cassazione: dare del "raccomandato" a un collega su Facebook è reato

di Marina Crisafi – È meglio non parlar male dei colleghi, soprattutto su Facebook, altrimenti si rischia una condanna per diffamazione. È quanto è avvenuto a un maresciallo della Guardia di Finanza che, non avendo preso “bene” la sua sostituzione alla guida della compagnia da parte di un commilitone, gli aveva tranquillamente dato del “raccomandato” e “leccaculo” nella sua bacheca social.
Ovvia la reazione del destinatario del post (il maresciallo designato a succedergli cioè) che lo trascina in giudizio. E inevitabile la condanna dei giudici di merito, confermata ora anche dalla Cassazione.
Per il Palazzaccio (sentenza n. 49066/2015, qui sotto allegata) non c’è dubbio infatti sulla responsabilità dell’uomo per il reato di diffamazione pluriaggravata, affermata dai giudici d’appel…

Leggi: Cassazione: dare del "raccomandato" a un collega su Facebook è reato
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche