Cassazione: il coerede può riscattare le quote del bene cedute a terzi senza che gli siano state prima offerte

Cassazione: il coerede può riscattare le quote del bene cedute a terzi senza che gli siano state prima offerte

di Valeria Zeppilli – Se un erede aliena a un terzo, estraneo, la quota indivisa di un unico cespite ereditario, va presunta l’alienazione della sua corrispondente quota ideale dell’universum ius defuncti.
Di conseguenza, il coerede è legittimato a esercitare il retratto successorio.
Ciò a meno che il retrattario non riesca a dimostrare che la vendita ha avuto ad oggetto un bene a sé stante.
Tale dimostrazione, nei fatti, può avvenire solo con elementi concreti della fattispecie e intrinseci al contratto, senza che si possa far riferimento al comportamento del retraente rimasto estraneo al contratto stesso.
Così, costituiscono validi elementi idonei a fornire la predetta prova la volontà delle parti, lo scopo che esse hanno perseguito, la consistenza del patrimonio ereditario e…

Leggi: Cassazione: il coerede può riscattare le quote del bene cedute a terzi senza che gli siano state prima offerte
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche