Cassazione: il gesto avvalora le parole. Puntare il dito contro e dire "te la faccio pagare" integra il reato di minaccia

Cassazione: il gesto avvalora le parole. Puntare il dito contro e dire "te la faccio pagare" integra il reato di minaccia

di Marina Crisafi – Una classica lite per soldi tra due uomini e uno dice all’altro “te la faccio pagare” puntandogli il dito contro. Il gesto che accompagna le parole però gli costa caro, perché il giudice di pace lo condanna per il reato di minaccia.
Avverso la decisione però si schiera il procuratore generale secondo il quale la frase contestata era in sé priva di apprezzabile potenzialità offensiva, dati i rapporti tra la parte offesa e il prevenuto.
Mancava inoltre l’elemento materiale del reato, giacchè l’espressione asseritamente intimidatoria non era stata accompagnata da azioni tali da indurre turbamento nella vittima, mentre l’esistenza di rapporti di debito/credito tra le parti rendeva la stessa riferibile all’esperimento di un’azione legale da parte dell’imputato (poi i…

Leggi: Cassazione: il gesto avvalora le parole. Puntare il dito contro e dire "te la faccio pagare" integra il reato di minaccia
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche