Cassazione: il giudice deve motivare il suo no al braccialetto elettronico

Cassazione: il giudice deve motivare il suo no al braccialetto elettronico

di Marina Crisafi – Se il giudice dispone che il carcere non possa essere sostituito dalla misura degli arresti domiciliari “aggravati” dal braccialetto elettronico è tenuto a motivarlo. Lo ha ribadito la Cassazione, con la sentenza n. 45699/2015 depositata il 18 novembre scorso (qui sotto allegata), accogliendo, sul punto, il ricorso di un uomo avverso l’ordinanza del tribunale della libertà di Taranto che negava la sostituzione della misura cautelare della custodia in carcere con quella degli arresti domiciliari anche a mezzo di braccialetto elettronico.
Si doleva, in particolare, il ricorrente della carenza di motivazione in merito ai richiami difensivi alla legge n. 47/2015 di riforma delle misure cautelari e all’attualità del pericolo di recidiva.
Pur considerando corretto il…

Leggi: Cassazione: il giudice deve motivare il suo no al braccialetto elettronico
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche