Cassazione: l'avvocato può trattenere le somme dovute dalla controparte al cliente, a titolo di compenso, e senza avvisarlo

Cassazione: l'avvocato può trattenere le somme dovute dalla controparte al cliente, a titolo di compenso, e senza avvisarlo

di Marina Crisafi – Il difensore può tenere per sé le somme liquidate in sentenza a carico della controparte, a titolo di pagamento di diritti ed onorari se il cliente non lo ha ancora pagato e anche senza avvisarlo.
E il pagamento ha comunque effetto liberatorio tra le parti.
Lo ha stabilito la seconda sezione civile della Cassazione, con la sentenza n. 23017/2015, depositata l’11 novembre scorso (qui sotto allegata), in una vicenda relativa alla rifusione delle spese di giudizio da parte di una società.
Nella fattispecie, il giudice di primo grado aveva condannato la parte soccombente a pagare le spese processuali alla controparte, la quale ottemperava ma in fase di gravame risultava vittoriosa.
Chiedeva pertanto alla società soccombente di restituire le somme versate per …

Leggi: Cassazione: l'avvocato può trattenere le somme dovute dalla controparte al cliente, a titolo di compenso, e senza avvisarlo
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche