Cassazione: niente affidamento alternato del minore. Va tutelata la sua stabilità psico-affettiva

Cassazione: niente affidamento alternato del minore. Va tutelata la sua stabilità psico-affettiva

di Lucia Izzo – Va escluso il regime del c.d. affidamento alternato poiché deve essere tutelato l’interesse esclusivo del minore alla stabilità dell’habitat domestico e il diritto di avere una relazione significativa e costante con il genitore collocatario.Infatti, nonostante la richiesta di affidamento alternato sia indirizzata sostanzialmente alla realizzazione di un regime paritetico in relazione al tempo che il minore dovrebbe trascorrere con ciascun genitore, tale parità non sempre risponde all’interesse del bambino e allo spirito dell’istituto dell’affidamento condiviso.Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, sesta sezione civile, con ordinanza 25418/2015 (qui sotto allegata) rigettando il ricorso di un padre che aveva richiesto l’affidamento c.d. alternato relativamente alla frequen…

Leggi: Cassazione: niente affidamento alternato del minore. Va tutelata la sua stabilità psico-affettiva
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche