Cassazione: non c'è bisogno della crisi per licenziare se serve a garantire maggiori utili all'impresa e il giudice non può sindacare

Cassazione: non c'è bisogno della crisi per licenziare se serve a garantire maggiori utili all'impresa e il giudice non può sindacare

di Lucia Izzo – La legge 183 del 2010 (cd. collegato lavoro) consente al datore di lavoro di licenziare il dipendente al fine di riorganizzare l’azienda e sostituire un personale meno qualificato con dipendenti maggiormente dotati di conoscenze e di esperienze e quindi attitudini produttive. L’esercizio di tale potere non è sindacabile nel merito dal giudice dopo che il legislatore ha introdotto l’art. 30 della legge summenzionata tesa a tutelare più intensamente la libertà organizzativa dell’impresa. La tutela reintegratoria, inoltre, può applicarsi solo se il lavoratore dimostra il “torto assoluto” del datore di lavoro, ad esempio il difficile reperimento di altra occupazione o la cattiva situazione patrimoniale e reddituale sua o della famiglia, per ap…

Leggi: Cassazione: non c'è bisogno della crisi per licenziare se serve a garantire maggiori utili all'impresa e il giudice non può sindacare
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche