Cassazione: non è reato il gioco delle tre carte

Cassazione: non è reato il gioco delle tre carte


di Annamaria Villafrate – La sentenza della Cassazione n. 48159/2019 (sotto allegata) ribadisce un principio già sancito sul gioco delle tre carte e la sua riconducibilità al reato di truffa. Per gli Ermellini il gioco delle tre carte non integra il reato di truffa perché chi conduce il gioco non mette in atto alcun artificio e raggiro, ma solo una particolare abilità nel muovere le carte, che inducono al giocatore a confidare nel caso, non a un vincita in denaro sicura o probabile. Nel caso di specie inoltre nessuna “induzione” al gioco è stata messa in atto dagli imputati. La persona offesa si è infatti autodeterminata, ha cioè deciso in autonomia di partecipare al gioco e nel prendere tale decisione, per come si svolge lo stesso, è necessario mettere in conto che la particolare abilit…

Leggi: Cassazione: non è reato il gioco delle tre carte
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche