Cassazione: responsabile l'avvocato se non svolge le attività indispensabili per l'accoglimento della domanda

Cassazione: responsabile l'avvocato se non svolge le attività indispensabili per l'accoglimento della domanda

di Lucia Izzo – In tema di responsabilità professionale dell’avvocato, il mancato svolgimento di attività indispensabili per l’accoglimento della domanda, come la mancata indicazione di prove, costituisce manifestazione di negligenza del difensore, salvo che il predetto dimostri di non aver potuto adempiere per fatto a lui non imputabile o di avere svolto tutte le attività che, nel caso di specie, potevano essergli ragionevolmente richieste.E’ quanto ricorda la seconda sezione civile della Corte di Cassazione con la sentenza n. 25963/2015 (qui sotto allegata). Gli ermellini sono stati investiti di una vicenda riguardante la responsabilità professionale di un avvocato, incaricato dal cliente di patrocinarlo nell’ambito di una causa per l’accertamento di un diritto di servitù di acquedotto e…

Leggi: Cassazione: responsabile l'avvocato se non svolge le attività indispensabili per l'accoglimento della domanda
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche