Cassazione: se il figlio rifiuta di sottoporsi al test del DNA non c'è dolo processuale

Cassazione: se il figlio rifiuta di sottoporsi al test del DNA non c'è dolo processuale

di Lucia Izzo – Il mero rifiuto di sottoporsi all’esame del DNA non integra il dolo processuale, perché tale comportamento non è idoneo a sviare la difesa avversaria e a impedire al giudice l’accertamento della verità.Lo ha disposto la Corte di Cassazione, sesta sezione civile, con ordinanza n. 25317/2015 (qui sotto allegata) dichiarando inammissibile il ricorso avanzato da un uomo che la Corte territoriale aveva dichiarato padre naturale di un figlio nato fuori dal matrimonio. Dopo che la competente Corte d’Appello aveva rigettato l’opposizione dell’uomo a tale decisione, era seguita una sua azione di revocazione, ex art. 395 comma 1, n. 1, c.p.c. con cui il ricorrente evidenziava il dolo processuale del “figlio” dimostrato dal rifiuto di sottoposizione all’esame del DNA.A seguito de…

Leggi: Cassazione: se il figlio rifiuta di sottoporsi al test del DNA non c'è dolo processuale
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche