Cassazione: se la donna è in grado di lavorare può dire addio al mantenimento!

Cassazione: se la donna è in grado di lavorare può dire addio al mantenimento!

di Marina Crisafi – Se la moglie ha idonea capacità lavorativa, anche se durante il matrimonio era casalinga, può ben andare a lavorare e non ha diritto all’assegno da parte dell’ex marito. Lo ha stabilito la Cassazione, con la recente sentenza n. 11870/2015 (qui sotto allegata) che rappresenta una importante conferma dell’ormai direzione intrapresa dalla giurisprudenza verso un rigore maggiore nel riconoscimento del diritto all’assegno di mantenimento.
Nel caso di specie, la moglie aveva sempre fatto la casalinga e la famiglia viveva con il solo reddito di lavoro dipendente proveniente dal marito, per cui la donna, in sede divorzile, sosteneva di “non essere in grado, in quanto impossidente e priva di lavoro”, di mantenere il tenore di vita goduto in costanza di matrimonio, denuncia…

Leggi: Cassazione: se la donna è in grado di lavorare può dire addio al mantenimento!
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche