Cassazione: se l'aggredito si difende non c'è rissa

Cassazione: se l'aggredito si difende non c'è rissa

di Lucia Izzo – Il reato di rissa si concretizza in forme di violenta contesa tra più persone o gruppi di persone, con il proposito di ledersi reciprocamente e con modalità che pongano in pericolo l’incolumità dei contendenti. La fattispecie di cui all’art. 588 c.p. non si realizza nel caso in cui uno dei gruppi in conflitto si limiti a resistere all’aggressione o ad assumere una mera difesa di tipo passivo.Pertanto quando, in particolare, un gruppo di persone assale deliberatamente le altre, e queste ultime si difendono, non è ravvisabile il delitto di rissa, né a carico degli aggrediti, né a carico degli aggressori, i quali rispondono soltanto delle eventuali conseguenze della loro azione violenta in danno di coloro che si …

Leggi: Cassazione: se l'aggredito si difende non c'è rissa
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche