Cassazione: sì alla compensazione delle spese se c'è contrasto giurisprudenziale

Cassazione: sì alla compensazione delle spese se c'è contrasto giurisprudenziale

di Lucia Izzo – Il contrasto giurisprudenziale sulla materia del contendere giustifica la compensazione delle spese di lite da parte del giudice: la sussistenza di orientamenti non univoci sulle questioni di cui è causa, integra le “gravi ed eccezionali ragioni” in presenza delle quali l’art. 92, secondo comma, c.p.c. (nella sua formulazione ratione temporis applicabile) giustifica la deroga alla regola della soccombenza.Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, sesta sezione civile, nell’ordinanza 24489/2015 (qui sotto allegata) che ha rigettato il ricorso proposto avverso la pronuncia del Tribunale volta a compensare le spese di giudizio per la sussistenza di “opportuni motivi”.La decisione impugnata, confermando quanto stabilito dal Giudice di Pace in prime cure, ha individuato siffatti “…

Leggi: Cassazione: sì alla compensazione delle spese se c'è contrasto giurisprudenziale
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche