Cassazione: ultrattività del mandato alla lite se il difensore non comunica la morte o perdita di capacità della parte

Cassazione: ultrattività del mandato alla lite se il difensore non comunica la morte o perdita di capacità della parte

di Lucia Izzo – In caso di morte o perdita di capacità della parte costituita a mezzo di procuratore, l’omessa dichiarazione o notificazione del relativo evento ad opera di quest’ultimo comporta che il difensore continui a rappresentare la parte come se l’evento stesso non si fosse verificato: si tratta della cd. ultrattività del mandato alla lite, sicché risulta stabilizzata la posizione giuridica della parte rappresentata (rispetto alle altre parti e al giudice) nella fase attiva del rapporto processuale, nonché in quelle successive di sua quiescenza o eventuale riattivazione.Lo ha rammentato la Corte di Cassazione, seconda sezione civile, nella sentenza 23494/2015 (qui sotto allegata) emessa su ricorso di due fratelli per una causa riguardante la ricostruzione di un fabbricato affidato …

Leggi: Cassazione: ultrattività del mandato alla lite se il difensore non comunica la morte o perdita di capacità della parte
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche