Condominio: non è possibile integrare parti comuni nella proprietà individuale

Condominio: non è possibile integrare parti comuni nella proprietà individuale

I lavori del singolo condomino non possono inglobare parti comuniCondominio e azioni possessorieIncorporazione di parti comuni nell’unità immobiliare di esclusiva proprieietàSpoglio degli altri condomini e turbativa del possessoI lavori del singolo condomino non possono inglobare parti comuni[Torna su]In materia di azioni possessorie riguardanti beni condominiali, ai fini della tutela non è necessario dare prova specifica del possesso delle singole parti comuni dell’edificio. L’uso della cosa comune e i lavori per il miglior godimento della stessa (cfr. art. 1102 c.c.) non potranno mai determinare un’appropriazione sostanziale del bene né dunque attuare uno spoglio degli altri condomini. I lavori effettuati da uno dei comproprietari e che realizzano un’incorporazione delle parti condominia…

Leggi: Condominio: non è possibile integrare parti comuni nella proprietà individuale
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche