Danno punitivo al cliente che non replica all'invito a 'negoziare' dell'avvocato

Danno punitivo al cliente che non replica all'invito a 'negoziare' dell'avvocato

di Lucia Izzo – L’azienda rimasta silenziosa di fronte all’invito del professionista ad accordarsi convenzionalmente per il pagamento del suo onorario può portare alla condanna ex art. 96 c.p.c. nella controversia a seguito instauratasi. Infatti, il giudice può riscontare in un simile comportamento gli estremi della colpa o della mala fede nel resistere in giudizio.Il Tribunale di Verona (giudice Vaccari) ha dato ragione all’avvocato che aveva prestato la propria opera professionale per un’azienda in un procedimento di mediazione e in un accertamento tecnico preventivo.Non solo il professionista ha diritto ad ottenere quanto gli spetta, ma la società è sanzionata con un ulteriore esborso pari a 1000 euro a causa della malafede dimostrata per non aver risposto alla proposta di negoziazione …

Leggi: Danno punitivo al cliente che non replica all'invito a 'negoziare' dell'avvocato
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche