Decreti ingiuntivi: cosa cambia dopo la riforma

Decreti ingiuntivi: cosa cambia dopo la riforma


di Marina Crisafi – Una delle diverse novità apportate al codice di procedura civile dal d.l. n. 59/2016, in vigore dal 4 maggio scorso e attualmente all’esame della Commissione Finanze del Senato per la conversione in legge, riguarda la provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo opposto.
Come disposto dall’art. 648, 1° comma, c.p.c., l’esecuzione provvisoria può essere concessa dal giudice (in prima udienza con ordinanza non impugnabile ovvero in un momento successivo), anche in presenza di opposizione da parte del debitore, laddove la stessa non sia “fondata su prova scritta o di pronta soluzione”.
Questa regola rimane invariata anche a seguito della riforma, la quale invece apporta modifiche all’ipotesi dell’esecuzione provvisoria parziale del decreto opposto, andando a nove…

Leggi: Decreti ingiuntivi: cosa cambia dopo la riforma
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche