Diffamazione pubblicare frasi offensive sullo stato di WhatsApp

Diffamazione pubblicare frasi offensive sullo stato di WhatsApp

Diffamazione a mezzo WhatsAppProva della diffusività del messaggio assenteReato pubblicare frasi offensive sullo stato WhatsAppDiffamazione a mezzo WhatsApp[Torna su]
Integra il reato di diffamazione pubblicare sul proprio stato di WhatsApp frasi offensive diretta a una donna, stante la diffusività del mezzo. Emerge infatti da tale condotta la volontà diffamante poiché in caso contrario, l’imputato avrebbe ben potuto inviare un messaggio privato. Questo emerge dalla sentenza della Cassazione n. 33219/2021 (sotto allegata).La vicenda processuale
Il giudice dell’impugnazione conferma la penale responsabilità dell’imputato per il reato di diffamazione perché lo stesso ha pubblicato sul suo stato di WhatsApp frasi dal contenuto offensivo e lesivi della reputazione di una donna, concedendo …

Leggi: Diffamazione pubblicare frasi offensive sullo stato di WhatsApp
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche