Divorzio: quando la ex può conservare il cognome del marito

Divorzio: quando la ex può conservare il cognome del marito

di Lucia Izzo – Non è di regola ammissibile, dopo il divorzio, che la ex moglie conservi il cognome del marito, salvo che il giudice di merito, con provvedimento motivato e nell’esercizio di poteri discrezionali, non disponga diversamente.Lo ha rammentato la Corte di Cassazione, prima sezione civile, nella sentenza n. 3869/2019 (qui sotto allegata) pronunciandosi sul ricorso della ex moglie che, dopo la cessazione degli effetti civili del matrimonio, aveva richiesto in sede di appello, tra l’altro, di conservare l’uso del cognome maritale.Tuttavia, la domanda sulla conservazione dell’uso del cognome maritale era stata respinta dai giudici poiché la signora non aveva provato la sussistenza di un interesse positivamente apprezzabile della stessa o dei figli.Divorzio: decide il giudice se la …

Leggi: Divorzio: quando la ex può conservare il cognome del marito
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche