Equitalia si paga anche in carcere

Equitalia si paga anche in carcere

di Valeria Zeppilli – Si può dire che Equitalia il suo compito di riscossione lo prende davvero sul serio: nella ricerca dei cittadini morosi, infatti, non risparmia di scandagliare anche le carceri!
E le cartelle esattoriali stanno iniziando a varcare le soglie dei penitenziari a porte spalancate.
Forte della possibilità di soddisfare i propri crediti mediante il pignoramento presso terzi, Equitalia si sta ricordando che terzi sono anche le case circondariali, specie se i detenuti svolgono al loro interno dei lavoretti retribuiti a scopo di riabilitazione.
Rivolgersi all’istituto/datore di lavoro è cosa agevole ed evita una serie di trafile che, per la predetta tipologia di debitori, sarebbero ancora più complesse di quanto già normalmente non siano.
Così l’ente della riscossione ha …

Leggi: Equitalia si paga anche in carcere
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche