Il concorso esterno in associazione di tipo mafioso: il delitto imperfetto

Il concorso esterno in associazione di tipo mafioso: il delitto imperfetto

di Giovanni Tringali – Non esiste nel diritto penale italiano una norma che prevede il concorso esterno in associazione di tipo mafioso: il reato si ricava dal combinato disposto dell’art. 110 e 416-bis del codice penale. 
In base alla norma generale in tema di concorso, soggiace alla stessa pena prevista per il reato, ciascuno dei concorrenti. Da questo punto di vista concorrere o partecipare all’associazione di tipo mafioso è indifferente. Ma è ovvio che una cosa è essere mafiosi e un’altra è concorrere con un’associazione di tipo mafioso. Essendo intrinseca al riconoscimento del concorso esterno in associazione di tipo mafioso la possibilità di conferire trattamenti sanzionatori analoghi a comportamenti ontologicamente diversi e aventi un diverso grado di disvalore penale, si pon…

Leggi: Il concorso esterno in associazione di tipo mafioso: il delitto imperfetto
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche