Il giudice non può sostituirsi al giudizio della commissione in un concorso pubblico

Il giudice non può sostituirsi al giudizio della commissione in un concorso pubblico

Dott. Antonino Miceli – Il giudice non può pronunciarsi su quanto espresso come valutazione numerica dalla commissione di un concorso pubblico per titoli ed esami. Solo in caso di travisamento dei fatti, illogicità e non conformità ai criteri di valutazione previsti nel bando di concorso il giudice può disporre l’annullamento di graduatorie concorsuali pubbliche. Così ha stabilito il TAR Lazio, con sentenza n. 9469 del 16/09/2015 (qui sotto allegata), pronunciandosi definitivamente sul ricorso proposto da un concorrente avverso la graduatoria degli idonei alla prova scritta dell’87esimo concorso pubblico per 236 posti di Allievi Marescialli della Guardia di Finanza per il 2015/2016. Il TAR, dopo aver premesso che in ogni concorso pubblico, qualsiasi provvedimento seppur discrezio…

Leggi: Il giudice non può sostituirsi al giudizio della commissione in un concorso pubblico
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche