Insidie: non c'è colpa del Comune se si cade su un gradino scivoloso. Occorre tenere un comportamento prudente

Insidie: non c'è colpa del Comune se si cade su un gradino scivoloso. Occorre tenere un comportamento prudente

di Lucia Izzo – Brutta disavventura per un turista che si accingeva a raggiungere la spiaggia: fatale l’ultimo scalino della scaletta di ferro che dalla strada porta al mare e la scivolata che provoca all’uomo una rovinosa caduta e danni alla schiena.Ciononostante non è colpa del Comune: l’avventore avrebbe dovuto, infatti, tenere un comportamento più prudente, adeguato allo stato dei luoghi e per tutelare la propria incolumità.Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, sez. VI Civile, con ordinanza n. 56/2016 (qui sotto allegata) depositata il 7 gennaio 2016.Sia in primo che in secondo grado il turista vede rigettarsi la richiesta di risarcimento dei danni cagionati da cosa in custodia, contro il Comune di Catania, per essere scivolato mentre si stava recando a mare.Secondo la difesa la cadu…

Leggi: Insidie: non c'è colpa del Comune se si cade su un gradino scivoloso. Occorre tenere un comportamento prudente
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche