La Cassazione 'bacchetta' l'avvocato

La Cassazione 'bacchetta' l'avvocato


di Annamaria Villafrate – Non ha fatto di certo una bella figura chi ha predisposto il ricorso in Cassazione per lamentarsi degli esiti del giudizio d’Appello, che lo ha dichiarato inammissibile per genericità. La Suprema Corte nell’ordinanza n. 9996/2020 (sotto allegata) ha lamentato poca chiarezza, incoerenza e prolissità espositiva, in pieno contrasto con quanto raccomandato dalla “Guida per gli Avvocati” approvata dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea, e non solo. Nel momento in cui infatti il ricorso verte su atti processuali, come nel caso di specie, in cui parte ricorrente si duole del giudizio espresso su suo atto di appello, è necessario indicarlo specificamente nell’atto con cui si ricorre in Cassazione, a pena d’inammissibilità, come richiesto dall’art. 366, co. 1. n. 6…

Leggi: La Cassazione 'bacchetta' l'avvocato
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche