La condotta irreprensibile richiesta ai detentori di armi

La condotta irreprensibile richiesta ai detentori di armi

Avv. Francesco Pandolfi – L’Amministrazione può negare la detenzione e il porto d’armi anche quando la condotta della persona interessata presenti solo segni di pericolosità o semplici indizi di inaffidabilità. Il principio generale in materiaI limiti alla discrezionalitàIn praticaIl principio generale in materia[Torna su]In effetti, il compito dell’Autorità di Pubblica Sicurezza in questa materia è cautelare e consiste nel prevenire abusi nell’uso delle armi.Pertanto, ai fini di un’eventuale revoca o diniego dell’autorizzazione, possono assumere rilevanza anche fatti isolati, ma in ogni caso significativi.Questo il concetto base, in estrema sintesi.I limiti alla discrezionalità[Torna su]Ora, se quello sopra dettato è il criterio generale inciso nel nostro attuale Ordinamento giuridico, tu…

Leggi: La condotta irreprensibile richiesta ai detentori di armi
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche