La riservatezza della corrispondenza tra avvocati

La riservatezza della corrispondenza tra avvocati

L’art. 48 del nuovo Codice Deontologico ForenseDivieto di produrre corrispondenza: le precisazioni del CNFCosa si intende per “corrispondenza riservata”L’art. 48 del nuovo Codice Deontologico Forense[Torna su]La norma di riferimento del principio di riservatezza della corrispondenza tra avvocati è contenuta all’art. 48 del “nuovo” Codice Deontologico Forense, che riprendendo l’art. 28 del testo previgente, non si limita a dichiarare improducibile in giudizio la corrispondenza intercorsa tra colleghi espressamente riservata, ma estende il divieto a tutta la corrispondenza che comunque implichi una proposta per addivenire alla definizione transattiva della lite e alle relative risposte. Il testo”L’avvocato non deve produrre, riportare in atti processuali o riferire in giudizio la corrisponden…

Leggi: La riservatezza della corrispondenza tra avvocati
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche