L'avvocato deve solo certificare l'autenticità della firma

L'avvocato deve solo certificare l'autenticità della firma

Apposizione della firma in presenzaNon c’è dolo se la firma è apposta in assenza del legaleNon è illecita l’autenticazione differitaApposizione della firma in presenza[Torna su]
Va annullata la sentenza che ha ritenuto l’avvocato colpevole del reato di falso di cui all’art. 481 c.p per aver attestato la firma della sua assistita sul mandato anche se la stessa non è stata apposta in sua presenza. Non rientra tra i doveri del legale certificare che la firma venga apposta in sua presenza, costui deve solo certificarne l’autenticità. Queste in sintesi le conclusioni della Cassazione nella sentenza n. 16214/2022 (sotto allegata). La vicenda processuale
Il giudice dell’impugnazione conferma solo ai fini civili la condanna dell’imputato per il reato di falsità ideologica in certificati commes…

Leggi: L'avvocato deve solo certificare l'autenticità della firma
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche