Legittima difesa: va valutato il "turbamento" di chi spara al ladro

Legittima difesa: va valutato il "turbamento" di chi spara al ladro

di Lucia Izzo – Da rivedere la condanna per omicidio colposo per eccesso di reazione in legittima difesa. Alla luce della nuova legge n. 36/2019, che ha modificato il profilo della legittima difesa in caso di violazione di domicilio, il giudice deve soffermarsi sullo stato di significativo turbamento dell’imputato al momento del fatto e valutare se e in qual misura il pericolo in atto, per concretezza e gravità rispetto alla lesione dell’integrità fisica propria o altrui, possa aver determinato nell’agente un turbamento così grave da rendere inesigibile quella razionale valutazione sull’eccesso di difesa che costituisce oggetto del rimprovero mosso a titolo di colpa.Lo ha precisato la Corte di Cassazione, terza sezione penale, nella sentenza n. 49883/2019 (qui sotto allegata), accogliendo …

Leggi: Legittima difesa: va valutato il "turbamento" di chi spara al ladro
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche