Niente più bisturi per cambiare sesso all'anagrafe

Niente più bisturi per cambiare sesso all'anagrafe

di Valeria Zeppilli – Recentemente, con la sentenza numero 221/2015, depositata il 5 novembre scorso (qui sotto allegata), la Corte costituzionale si è pronunciata su una questione assai scottante che anima i dibattiti non solo tra gli operatori del diritto, ma anche, e soprattutto, all’interno dell’opinione pubblica: la rettificazione del sesso.
All’esito di un lungo e complesso iter argomentativo, la Consulta, con la pronuncia in commento, ha chiarito che, ai fini dell’accesso al percorso giudiziale di rettificazione anagrafica, non è necessario il trattamento chirurgico.
Ciò, soprattutto, in ragione dell’assenza, nella legge n. 164/1982 (che regola la materia), della specificazione circa le modalità che possono dar luogo alla modifica, ovverosia se esse siano da ricondurre a interv…

Leggi: Niente più bisturi per cambiare sesso all'anagrafe
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche