“Oggi finisco di soffrire, vi saluto e la faccio finita”: il testamento va annullato

“Oggi finisco di soffrire, vi saluto e la faccio finita”: il testamento va annullato

di Valeria Zeppilli – “Oggi finisco di soffrire, vi saluto e la faccio finita”. Così una donna, prima di suicidarsi, si era espressa nel proprio testamento olografo.
Nessuna diversa indicazione temporale.
Ma il testamento olografo, si sa, deve essere datato. Allora: può una simile frase essere considerata espressione idonea a sostituire giorno, mese e anno?
Per la Cassazione no. Si tratta, infatti, di un’ipotesi che non può essere considerata indicazione equipollente alla data, come, viceversa, accade quando il testatore utilizzi espressioni del genere di “Pasqua 2010” o faccia riferimento a fatti notori che abbiano una data precisa (ad esempio, un terremoto o una strage).
Sulla questione, in particolare, i giudici si sono pronunciati con la sentenza numero 23014/2015, depositata l…

Leggi: “Oggi finisco di soffrire, vi saluto e la faccio finita”: il testamento va annullato
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche