Omissione contributiva: dopo la riforma la prova della ritenuta prescinde dalla certificazione

Omissione contributiva: dopo la riforma la prova della ritenuta prescinde dalla certificazione

di Valeria Zeppilli – Recentemente, il decreto legislativo numero 158 del 24 settembre 2015, tra le varie innovazioni introdotte nel nostro ordinamento, ha modificato l’articolo 10-bis del decreto legislativo numero 74/2000 che si occupa dell’omesso versamento di ritenute dovute o certificate. In particolare, a seguito di tale intervento legislativo, si è previsto che ai fini della punibilità penale dell’omissione contributiva non è più richiesta la prova della certificazione.
È chiaro che tale nuova norma ha un impatto più sfavorevole sui cittadini.
A tal proposito è interessante sottolineare che la sentenza numero 7884/2016, depositata dalla Corte di cassazione lo scorso 26 febbraio (qui sotto allegata), ha precisato che proprio in quanto più sfavorevole, la norma riformata qu…

Leggi: Omissione contributiva: dopo la riforma la prova della ritenuta prescinde dalla certificazione
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche