Padrone del cane che morde un bambino punibile a prescindere dalla querela

Padrone del cane che morde un bambino punibile a prescindere dalla querela

La volontà di punire si può desumereSenza querela non si procedePer il P.M la querela è stata presentataAtti da interpretare in base al “favore querelae”La volontà di punire si può desumere[Torna su]
La Cassazione accoglie il ricorso del Procuratore contro la sentenza del Giudice di Pace che ha dichiarato di non doversi procedere nei confronti dell’imputato per assenza di querela.
In realtà, come rileva il ricorrente, la querela è stata presentata, anche se in parte dattiloscritta e in parte a mano e anche se non contiene una frase chiara con la quale il denunciante dichiari di voler perseguire penalmente il padrone del cane che ha morso suo figlio di otto anni su un gluteo. Questo perché la volontà di querelare il soggetto responsabile emerge da altre frasi e termini utilizzati.
Que…

Leggi: Padrone del cane che morde un bambino punibile a prescindere dalla querela
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche