Patto successorio: solo se c'è la rinuncia espressa ai diritti del legittimario

Patto successorio: solo se c'è la rinuncia espressa ai diritti del legittimario

di Valeria Zeppilli – Con la sentenza numero 24291/2015, depositata il 27 novembre (qui sotto allegata), la Corte di cassazione si è pronunciata in materia di patti successori, specificando le ipotesi in cui essi possono ritenersi configurati.
I giudici, preliminarmente, hanno ricordato che affinché si abbia un patto successorio istitutivo è sufficiente una convenzione con la quale, alternativamente, si istituisce un erede o un legato o ci si impegna a farlo in un successivo testamento.
Nel primo caso, poi, è la convenzione stessa a integrare un patto successorio vietato, senza che siano necessari ulteriori atti dispositivi. Infatti, essa ha ad oggetto beni che afferiscono a una successione non ancora aperta.
Nella vicenda sottoposta all’attenzione della Corte, tuttavia, la scrittura…

Leggi: Patto successorio: solo se c'è la rinuncia espressa ai diritti del legittimario
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche