Pausa pranzo: a quali lavoratori spetta e com'è disciplinata

Pausa pranzo: a quali lavoratori spetta e com'è disciplinata


di Annamaria Villafrate – La pausa pranzo è un diritto previsto e riconosciuto dal dlgs n. 66/2003 nella misura minima di 10 minuti per contratti che prevedono un orario lavorativo giornaliero non inferiore alle sei ore. Questo diritto quindi non è previsto per chi ha un contratto part-time, per le lavoratrici che allattano e usufruiscono già di specifici riposi giornalieri e per chi decide di rinunciarvi. In assenza di una normativa di riferimento stabilita dai contratti collettivi, spetta al datore stabilire la pausa pranzo. Il tempo trascorso in pausa pranzo non deve essere retribuito, salvo diversa disposizione dei contratti collettivi. Sulla pausa pranzo si è espressa di recente anche la Cassazione precisandone specifici aspetti: Pausa pranzo: com’è regolataPausa pranzo: a quali la…

Leggi: Pausa pranzo: a quali lavoratori spetta e com'è disciplinata
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche