Reddito cittadinanza, carcere per chi attesta il falso

Reddito cittadinanza, carcere per chi attesta il falso

di Lucia Izzo – Il Reddito di Cittadinanza (RdC) passa sotto la lente del personale ispettivo dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro. L’INL, infatti, è impegnato nelle attività di controllo successive alla concessione della misura introdotta dal D.L. n. 4/2019 (conv. da L. n. 26/2019) e, in particolare, sull’accertamento dello svolgimento di prestazioni di lavoro “in nero” da parte dei soggetti appartenenti ad un nucleo familiare beneficiario del Rdc.Lo rammenta la Circolare n. 8/2019 (qui sotto allegata) con cui l’ispettorato da ricapitolato le fattispecie di reato che il legislatore ha previsto a presidio del corretto assolvimento dell’obbligo di informazione che grava sui richiedenti in merito al possesso dei requisiti di legge, sia nella fase di presentazione dell’istanza, sia in costan…

Leggi: Reddito cittadinanza, carcere per chi attesta il falso
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche