Revenge porn, gli interventi del Garante privacy

Revenge porn, gli interventi del Garante privacy

Tutelare le potenziali vittimePornografia non consensualeReveng porn, le segnalazioniTutelare le potenziali vittime[Torna su]

Il Garante per la protezione dei dati personali agisce in maniera preventiva per la tutela di potenziali vittime in caso di revenge porn. Come comunica dal suo sito l’Autorità sono stati inviati i primi cinque provvedimenti per tutelare potenziali vittime di revenge porn. Le ingiunzioni in via d’urgenza sono destinate a Facebook, Instagram e Google afinchè immediatamente tutte le misure necessarie ad impedire la diffusione sulle relative piattaforme del materiale (video, foto) segnalato all’Ufficio del Garante da alcune persone che ne temevano la messa on line. Pornografia non consensuale[Torna su]

Il revenge porn e, più in generale, il fenomeno della por…

Leggi: Revenge porn, gli interventi del Garante privacy
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche