Scatta il licenziamento per il post su Facebook contro l'azienda

Scatta il licenziamento per il post su Facebook contro l'azienda

Licenziato dipendente per post offensivo su FacebookDiffusività del post a terzi e prova del nocumento all’aziendaInsubordinazione offendere i superiori, non occorre accertare il nocumentoLicenziato dipendente per post offensivo su Facebook[Torna su]
Scrivere un post dal contenuto offensivo nei confronti dei vertici e dei superiori dell’azienda datrice sul proprio profilo Facebook è una atto di grave insubordinazione che giustifica il licenziamento del dipendente e che non richiede l’accertamento del nocumento. Queste in estrema sintesi le conclusioni contenute nella sentenza della Cassazione, Sezione Lavoro n. 27939/2021 (sotto allegata). La vicenda processuale
Un’azienda dispone il licenziamento di un dipendente, che lo impugna davanti al Tribunale, che però da ragione alla datrice. …

Leggi: Scatta il licenziamento per il post su Facebook contro l'azienda
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche